2EFFE ENGINEERING S.r.l. – Prodotti

2EFFE_logo
  • Azienda di consulenza
  • Lavorazioni conto terzi

Shot peening (pallinatura controllata) – Lo shot peening, o pallinatura controllata, è un processo il cui scopo è quello di incrementare la resistenza alla fatica ed alla corrosione di organi meccanici. Il processo consiste nel sottoporre le zone più sollecitate di un organo meccanico ad un bombardamento di sfere di acciaio, o di materiale ceramico, di opportuno diametro. Il controllo, mediante la diffrazione dei Raggi X, delle tensioni indotte, consente di ottimizzare i parametri del processo e di migliorare le prestazioni. Per eseguire il processo di pallinatura la 2 EFFE ENGINEERING utilizza anche robot antropomorfi e macchine automatiche con controllo continuo delle dimensioni e della portata dei pallini.
Super finitura isotropica – La resistenza alla fatica, oltre che essere influenzata dalle tensioni residue superficiali, è influenzata anche dalla rugosità. Basse rugosità, in presenza di elevati valori di trazioni residue, influenzano negativamente la resistenza alla fatica.
La 2 EFFE ENGINEERING ha sviluppato un metodo di lucidatura con paste diamantate che consentono di ottenere bassissime rugosità (Ra -900 MPa). Il processo è controllato mediante la diffrazione dei Raggi X e la microscopia elettronica a scansione che permette di valutare la morfologia della superficie lucidata.

Metalizzazione – La metallizzazione a spruzzo è una tecnica che consiste nel far aderire alle superfici uno strato (coating), più o meno spesso, di un altro materiale come, per esempio, il carburo di cromo o di tungsteno, senza modificarne le caratteristiche meccaniche. Il coating ottenuto presenta caratteristiche meccaniche estremamente elevate soprattutto in termini di durezza (fino a 1000-1500 Hv300) e di resistenza all’usura. In particolare, con la tecnica HVOF (High Velocity Oxygen Fuel), grazie al diverso principio che genera la metallizzazione, è possibile ottenere ottimi risultati in termini di scarsa porosità, di notevole resistenza di ancoraggio e di elevati spessori. Con gli impianti della 2 Effe Engineering è possibile trattare un’ampia gamma di componenti, diversi per dimensioni, peso e forma. I particolari solitamente riportati sono tutti quelli che operano in ambienti corrosivi e sottoposti a notevoli stress come, ad esempio, alberi e pale turbina, valvole a sfera e così via. Con questa tecnica, grazie alla possibilità di ottenere spessori variabili, è anche possibile ripristinare i particolari usurati riportandoli alle dimensioni nominali. E’ possibile determinare le fasi cristalline dei riporti mediante un diffrattometro a polveri in dotazione presso i laboratori della 2EFFE ENGINEERING..